Non stanno mai troppo vicini

Non stanno mai troppo vicini, sono abituati così, liberi e indipendenti.
Un osservatore qualunque nemmeno si accorgerebbe che lui e lei sono amore in movimento.
Un osservatore attento e brillante, invece, sì.
Lo capirebbe perché raramente si perdono di vista, i loro occhi saettano continuamente cercando quelli dell’altro.
Lo capirebbe dal modo in cui si muovono nello spazio; mai vicini eppure sempre sincronizzati: se lei si allontana lui si avvicina cosicché la distanza rimane sempre quella.
Lo capirebbe da come sono vestiti, casual e morbidi e liberi anche nei tessuti e nelle mise, mai costretti mai sgargianti mai eccessivi. Si sono condizionati a vicenda.
Lo capirebbe dai sorrisi che aleggiano sui loro visi; parlano di un prima e di un dopo che all’osservatore non possono essere svelati.
Come due piccole barche legate alla stessa boa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...