Non desidero altro

<<No, no che non mi arrogherò il diritto di cambiarti! – sorrisoamilledenti

Ti ho scelto, sei questo che vedo davanti ai miei occhi, sei questo odore e questi rumori.

No, non ti cambierò, mi vai bene così!

Mi vanno bene le tue manie, le tue fisime, i tuoi amici. Mi va bene la tua famiglia, mi vanno bene le tue passioni. Mi vanno bene i libri che leggi, i film che guardi, i tic che hai. Mi vanno bene gli animali che ami, i tuoi complicati giri mentali, il tuo modo di esprimere un concetto in tremilioni di parole quando chiunque altro al mondo lo esprimerebbe in un pugno di lettere. Mi va bene il modo entusiasta che hai di mangiare, di portare il cibo alla bocca, di masticarlo a lungo e poi sorridere, come se fosse cibo per gli dèi. Mi va bene il tuo modo creativo di gestire le tue cose, che non è propriamente disordine, ma è caos controllato.

Accetto i tuoi umori stravaganti e imprevedibili, accetto la tua fisicità, accetto il tuo bisogno di solitudine.

Desidero che tu sia ciò che vuoi essere. Ciò che ti aspetti da te stesso. Voglio che tu non debba mai pentirti di una cosa fatta o detta. 

Adesso guardami, ecco… così. Credimi. Io. non. ti. cambierò. Io non desidero altro da questo.>>

Baggianate.

Non penso nemmeno più una parola di ciò che ho detto anni fa. Quanti? E che ne so. Che ne so! Sciocchezze, solo sciocchezze. Certo che ci arroghiamo il diritto di cambiare l’altro, certo!

Certo che vogliamo plasmarlo a nostra immagine e somiglianza, certo!

E quanto è frustrante e inutile!!!

Come vasai psicotici creiamo e creiamo e questa creta continua a presentare imperfezioni e falle e crepe e rotture vere e proprie. E seguitiamo a modellare, impastare, sporcarci e sacramentare perchè il vaso non va, proprio non va!

Ci pare di aver seguito la procedura corretta, eppure ogni volta ci tocca ricominciare.

Il problema è alla base.

Se potessi lancerei un appello. Anime innamorate, smettetela di fare false promesse! Smettetela di farvi prendere dagli entusiasmi! Svegliatevi!

Un giorno non molto lontano – anzi, così vicino da far male al cuore – gli hobbies diventeranno cazzate, la suocera una pazza malata di mente, gli amici orridi invasori di casa, le parole inutili perdite di tempo, i familiari terribili mutanti venuti ad invadere vita, casa e pianeti personali; il caos controllato (roba da rimanerci stecchiti) solo un casino incontrollato di mutandecalzinicamiciepantalonigiacchefinanchefazzoletti, i tic ripetizioni di una persona totalmente fuori di sè, e il modo di mangiare farrà venire improvvisi attacchi isterici.

E sarà solo l’inizio.

Ve lo dico ancora una volta. Svegliatevi.

Annunci

5 thoughts on “Non desidero altro

  1. eh già. il problema sta alla base. la base è che il vasaio non pensa mai a cambiare se stesso, prima di intestardirsi a modificare il vaso!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...